IL TARTADAY E LA CALETTA

SENTIRSI VICINO AL MONDO MARINO

Mentre stai guardando uno straordinario documentario sul mondo marino e sulle sue bellezze o uno di quei programmi che mostrano la liberazione degli animali che popolano il mare, come le tartarughe marine, quante volte ti è capitato di pensare “Wow! Come vorrei essere lì anche io!”.
Non è necessario essere un biologo marino o andare lontano per immergersi in un’esperienza surreale, basta arrivare a Numana!

Pochi sanno infatti che Numana è il paese delle tartarughe marine, tanto da diventare il simbolo iconico della zona. Una delle domande più frequenti che i turisti si pongono è proprio questa: “Ma ci sono veramente le tartarughe nell’Adriatico?”. Ebbene sì. Il nostro mare è una delle aree di alimentazione più importanti del Mediterraneo per la specie Caretta caretta, Tartaruga marina comune.

Da anni Numana, insieme alla Fondazione cetacea di Riccione, è impegnata nella salvaguardia e riabilitazione di questi affascinanti cetacei che nuotano tra le acque del Conero. La Onlus si occupa di recuperare le tartarughe malate, ferite o che sono rimaste intrappolate nelle reti o nei rifiuti di plastica che purtroppo si trovano spesso in mare.

Questo percorso di riabilitazione viene condiviso ogni anno con turisti e numanesi. Tutte le estati, almeno una volta al mese, nella giornata dedicata al Tarta Day, dopo che le tartarughe sono tornate sane e in forma, si può assistere al loro rilascio lungo la costa Adriatica per tornare a nuotare libere e giocare con le onde e le correnti marine.
Ma non è tutto. Grazie alla collaborazione con il comune di Numana, la Fondazione cetacea e la Lega Navale Italiana Sezione di Numana, è possibile osservare la Caletta, uno spazio vicino alla costa dedicato appositamente alla riabilitazione delle tartarughe.

LA CALETTA

Nella zona di Numana Alta, tra la Spiaggiola e la Spiaggia dei Frati, da giugno 2013, è stata inaugurata la Caletta delle Tartarughe, un ambiente protetto dove le tartarughe salvate possono nuotare e riprendere confidenza con le acque del mare.
Qui l’acqua è profonda al punto giusto da permettere alle tartarughe immersioni. Vi sono numerose specie marine di cui le tartarughe possono nutrirsi (pesci, molluschi, a volte meduse) e la visibilità in acqua permette ai volontari di tenere le tartarughe sotto costante controllo.

Nella Caletta viene allestito un gazebo in cui i visitatori possono ricevere dettagliate informazioni in merito alla biologia delle tartarughe.

IL TARTA DAY – UN GIORNO DA BIOLOGI MARINI

Il Tarta Day, oltre ad essere un momento speciale da condividere con amici e famiglia, è finalizzato alla salvaguardia delle tartarughe dell’Adriatico, a rischio di estinzione a causa di catture accidentali, traffico nautico, inquinamento e scomparsa dei siti di nidificazione.
Gli esemplari liberati sono infatti quelli che durante l’inverno vengono salvati mentre restano impigliati nelle reti da pesca lungo le coste marchigiane ed emiliano-romagnole.

È prevista la partenza in motonave dal porto di Numana intorno alle 16, con arrivo alla meravigliosa e incontaminata spiaggia delle Due Sorelle dopo circa mezz’ora. Ad attendere tutti i partecipanti ci saranno i biologi della Fondazione cetacea che vi faranno conoscere il mondo delle tartarughe marine e in particolare la storia della tartaruga che sarà liberata a breve.
Seguirà il rilascio vero e proprio, quando la vostra amica cetaceo riconquisterà il suo mare mostrando tutta la sua eleganza, muovendosi prima sulla sabbia con un’andatura buffa e commovente.
Non mancheranno scatti fotografici che costituiranno un ricordo indimenticabile. Non dimenticate quindi la vostra macchina fotografia o il vostro cellulare e i fazzoletti: il momento sarà toccante e unico!
Un tuffo nelle acque azzurre e calde del pomeriggio e il ritorno al porto verso le ore 18.

Il costo dei biglietti è di €21,50 sia per adulti che per bambini sopra i 2 anni. Un piccolo prezzo per una grande esperienza che vi toccherà il cuore. Metà dell’incasso totale verrà devoluto alla Fondazione cetacea di Riccione in modo che possa continuare questo importante lavoro.

Trattandosi di un evento che registra il “tutto esaurito”, vi consigliamo di prenotare con qualche giorno di anticipo l’imbarco, presso l’Ufficio Traghettatori Riviera del Conero che si trova proprio al Porto di Numana o direttamente dal loro sito, che troverete di seguito.

Gli ospiti del Bardo possono acquistare in struttura i biglietti per partecipare a questa straordinaria esperienza!

Traghettatori Riviera del Conero

071 933 1795

info@traghettatoridelconero.it

PHOTOGALLERY

Open chat
Hai bisogno di aiuto?
Powered by