Recanati

Recanati

“Il natio borgo selvaggio”

Recanati non è solo il luogo di nascita di Giacomo Leopardi, come scoprirete in seguito, è sopratutto una tranquilla città marchigiana di medie dimensioni, 103 km2, con 21.000 abitanti circa.

Il patrono, San Vito, si celebra il 15 Giugno.

 

Luoghi di interesse

I luoghi di interesse si trovano principalmente nel centro storico della città. Per semplificare le cose lo dividiamo in tre diverse zone:

  • Zona duomo – comprende la cattedrale di San Flaviano (all’interno della Cattedrale vi è il sarcofago di Papa Gregorio XII ivi sepolto e il Museo Diocesano.), il museo Villa Colloredo Mels (che racchiude quattro tra le più significative opere di Lorenzo Lotto) e il museo dell’emigrazione marchigiana.
  • Zona Piazza Leopardi – secondo la mia modesta opinione è una delle piazze più belle belle marche. Il palazzo comunale in stile Neoclasico fu costruito alla fine dell’Ottocento in occasione del I centenario della nascita di Giacomo Leopardi. La torre del borgo sarà visitabile entro Agosto 2016, si spera. Poco distante c’è il Teatro Persiani, al cui interno è presente anche il Museo dedicato a Beniamino Gigli, in cui sono conservati abiti di scena, documenti e dischi del grande tenore.
  • Zona Casa LeopardiPalazzo Leopardi con la sua biblioteca, la piazzetta del sabato del villaggio, la torre del passero solitario e il colle dell’infinito. Se conoscete Leopardi sapete di cosa parlo.

I luoghi da visitare non finiscono di certo qui, perciò per altre informazioni visitate la pagina wikipedia e il portale turismo.

palazzo
Casa Leopardi

Zone Verdi

Segnalo su Google Maps i vari parchi e giardini della città per effettuare soste strategiche durante il “tour”. Soste utili sopratutto in estate, con il caldo. (Le tre zone si trovano in prossimità dei luoghi di interesse)

 

A Recanati dimenticatevi una sfrenata vita notturna, non è roba che fa per noi. Ma la sera non si va di certo a dormire con le galline, ci sono diversi bar e pub in cui vale veramente la pena trascorrere una serata, sorseggiando una fresca birra o uno splendente calice di vino.

annunciazione
L’annunciazione – Lorenzo Lotto – Museo civico Villa Colloredo Mels – Recanati

Dove mangiare

Non farò una lista dei migliori ristoranti o trattorie, non saprei proprio cosa scrivere.

Posso dare solo alcune indicazioni che, a mio avviso, risultano utili: ci sono diversi ristoranti “storici”e non, a Recanati dove i Recanatesi mangiano spesso, il menù è vario e va dalla pizza ai piatti marchigiani, si trovano la maggior parte nel centro storico. Consigliati se siete nei paraggi

Il territorio è ben fornito di agriturismi che si trovano sperduti nelle campagne, la cucina è casereccia e i menù prevedono spesso carne e buon vino. Sconsigliati se non avete un navigatore o scarso senso dell’orientamento.

Per un pasto veloce o un pranzo econimico si può fare affidamento su pub e tavole calde sia al centro che fuori dalle mure storiche della città.

Se avete domande o dubbi contattatemi, forse riuscirò a darvi maggiori informazioni a riguardo.

 

recanati-piazza-ilbardo-b&b
Piazza Leopardi, da Sinistra: Torre del borgo, Statua di Giacomo Leopardi e Palazzo comunale